Al contrario di Bianchi per noi i partigiani sono ancora Eroi

contestazione collecchioL’ennesimo caso di revisionismo storico alla vigilia del 25 aprile, stavolta da parte di un esponente del PD: il sindaco di Collecchio Paolo Bianchi, il quale ha condiviso un articolo sulla propria pagina Facebook intitolato “Non chiamateli eroi” in cui venivano messi in evidenza i morti dovuti alla resistenza partigiana e posti sullo stesso piano la Resistenza stessa con il fascismo.

Come circolo di Collecchio di Rifondazione Comunista siamo nettamente contrari ad ogni manifestazione di simpatia nei confronti di queste opere di revisionismo storico, usate per creare confusione nella memoria collettiva al fine di far dimenticare la differenza diametralmente opposta tra i valori e i metodi del fascismo rispetto a quelli della Resistenza.

Il fascismo è stato il ventennio più buio della nostra storia. Un periodo in cui venivano repressi nel sangue, nella tortura e nelle umiliazioni ogni forma di rivendicazione sociale dei lavoratori e delle donne, applicando le più aspre discriminazioni politiche e razziali.

La resistenza partigiana è stata la più alta forma di dissenso da tale regime e ha ispirato nel dopoguerra i principi della nostra costituzione: uguaglianza dei diritti, giustizia sociale, democrazia e libertà.

Per questo motivo condanniamo ogni forma di simpatia politica con chi vuole vedere attraverso lenti distorte le vere ragioni della guerra e della Resistenza.

Il circolo del Partito della Rifondazione Comunista di Collecchio

PS

Abbiamo provveduto stamattina a contestare il sindaco Bianchi per le sue parole come si può vedere in foto.

Commenta questo articolo!

Loading Facebook Comments ...

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>