Aeroporto di Parma e logiche del profitto

173306072-d7c9100c-c8d7-4b30-8518-f67637db337bIl piano industriale che prevede la trasformazione dell’aeroporto di Parma da solo passeggeri a cargo e passeggeri, la realizzazione di un mega centro commerciale sinergico allo sviluppo dell’operazione, provano due fatti:

primo, il Sindaco Pizzarotti è incapace ancora una volta di tenere fede al programma politico a cui avevano dato fiducia molti cittadini;

secondo, gli industriali della SOGEAP a guida del Presidente Dalla Rosa Prati, prospettano un futuro nei paesi di Baganzola, Fognano e Roncopascolo fatto di cementificazioni, di inquinamento acustico e atmosferico, sottrazione di suolo da sempre a vocazione agricola.

Le conseguenze saranno l’aumento del rischio alluvionale nelle zone limitrofe e l’insorgenza di disturbi alla salute dei cittadini come dimostrano tutte le esperienze dei paesi in cui il traffico aereo e a ridosso degli abitati.

Non è chiaro quanto costerà l’operazione aeroporto cargo-passeggeri. Il rischio d’impresa pare essere molto limitato, con tutte le spese a carico del pubblico a partire dai 12 milioni stanziati dalla Regione Emilia-Romagna pronta a sostenere l’ennesima colato di cemento. Non è dato sapere quale sia l’investimento SOGEAP che sta chiedendo la cassa integrazione per i dipendenti.

Ci chiediamo quale principio di sostenibilità sia incluso in tutte queste operazioni.

Mentre un altro “pezzo” della Food Valley viene devastato, si lasciano  strutture costruite e abbandonate senza un progetto per il loro riuso .

L’opera veramente strategica per le merci del territorio sarebbe l’adeguamento della ferrovia Pontremolese e il suo collegamento al Brennero, per cui invece non è previsto nulla nel programma d’investimento RFI della Regione.

Costruire politicamente il contrasto a questo sistema economico e ridefinire le logiche ambientali è oggi più che mai urgente.

 

La Segreteria provinciale del Prc di Parma

Commenta questo articolo!

Loading Facebook Comments ...

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>